Descrizione

Descrizione

Bandi contributi governativi

A chi si rivolge

DENTISTI

– Liberi professionisti ordinistici, titolari di partita Iva, esercitanti attività riservate, iscritti a Ordini o Collegi professionali e alle rispettive Casse di previdenza, che operano in forma:
Singola
Associata (Associazioni professionali o studi associati di professionisti con atto costitutivo registrato all’Agenzia delle Entrate alla data di presentazione della domanda)
Societaria (Società tra Professionisti – STP di cui all’art. 10 c.3 D.Lgs 12/11/2011, n. 183 come regolate dal DM 8 febbraio 2013 n. 34)

N.B. l’unica forma di impresa ammissibile è la STP – Società tra Professionisti

 

ODONTOTECNICI

– Liberi professionisti non ordinistici titolari di partita Iva, autonomi che siano iscritti alla gestione separata Inps previsto dall’art. 2, comma 26 della Legge 355/95, anche appartenenti ad Associazioni professionali riconosciute di cui alla L. n. 4/201 3, operanti in forma:

Singola
Associata 
(Associazioni professionali o associati di professionisti con atto costitutivo registrato all’Agenzia delle Entrate alla data della presentazione della domanda)

N.B. Qualsiasi forma di impresa NON è ammissibile (NON DEVE ESSERE PRESENTE VISURA CAMERALE MA SOLO ATTRIBUZIONE DI PARTITA IVA)

 

Contributo

Il contributo a fondo perduto è concesso nella misura del 40% dell’investimento ritenuto ammissibile fino ad un massimo di €25.000,00 (spesa minima €15.000,00)

– La percentuale di contributo è elevata al 45% qualora ricorra una delle seguenti ioptesi:

– incremento occupazionale

– rilevanza femminile o giovanile (under 40)

– possesso del Rating di legalità

sede operativa o unità locale oggetto dell’intervento localizzata in area montana oppure nelle aree 107.3.c definite dalla commissione europea

 

Spese ammissibili

– acquisto di attrezzature, infrastrutture informatiche, tecnologiche, digitali finalizzate alla realizzazione a titolo esemplificativo di piattaforme, siti web, al miglioramento della connettività di rete, alla digitalizzazione e la dematerializzazione dell’attività, la sicurezza informatica, la fatturazione elettronica, il cloud computing, il business process, compresa la strumentazione accessoria al loro funzionamento;

– spese per l’acquisizione di brevetti, licenze software e di servizi applicativi necessari al conseguimento degli obiettivi dell’intervento, o altre forme di proprietà intellettuale.Esclusivamente nel caso le spese siano sostenute da forme aggregate: ideazione del marchio e spese per la realizzazione di iniziative e strumenti di comunicazione (brochure e/o materiale editoriale;

– Interventi accessori, anche di carattere edilizio, strettamente necessari alla realizzazione del progetto;

Spese per l acquisizione di consulenze specializzate per la realizzazione del progetto.

 

Scadenze

Iscrizione e presentazione pratica: dal 22 maggio 2018 al 26 giugno 2018
Interventi da realizzarsi entro il 31-12-2018